Top
CATENANUOVA: LA COOPERATIVA AGRICOLA “COLLI EREI” PROMUOVE LA COLTIVAZIONE DELLA CANAPA PDF Stampa E-mail

Piantiamola e facciamo rete” è lo slogan con cui la Cooperativa Agricola “Colli Erei” con sede a Catenanuova, lancerà domenica 18 marzo la “rete centrale della canapa”. E’ un progetto che si propone di creare una rete d’impresa e che si occuperà della coltivazione di canapa in Sicilia, della divulgazione e del consumo dei prodotti derivati dalla canapa industriale” – è quanto ci ha dichiarato il presidente della Cooperativa Salvo Scuderi. La sede della rete – continua il tenace e determinato Presidente della Cooperativa – saranno i terreni e gli spazi messi a disposizione della Cooperativa stessa e tutti i terreni che i soci del progetto vorranno mettere a disposizione. La location si trova in territorio di Castel di Judica ma vicinissima al bivio autostradale di Catenanuova. Si trova, dunque in un punto strategico sulla A19 Palermo Catania, ha il suo ingresso sulla SS 192 al km 42.6 e si trova a 900 metri dalla stazione ferroviaria Catenanuova Centuripe.

L’idea di progetto è quella di realizzare per l’anno 2018 una serra per la selezione di piantine di canapa da infioriscenza senza seme e contemporaneamente continuare a sperimentare sul suolo siciliano le coltivazioni che meglio si adattano al clima siciliano.

La proposta di adesione al progetto – aggiunge Scuderi - mira a creare una struttura collettiva di servizi all’agricoltura nel settore della canapa industriale, da mettere a disposizione di tutti gli aderenti ma soprattutto , gli aderenti al progetto, potranno vivere l’esperienza della semina, dello sviluppo delle piante, del raccolto e delle prime trasformazioni in un luogo collettivo.

La cooperativa nata nel 2012 si occupa inoltre della produzione, trasformazione e commercializzazione di funghi , di infioriscenze di canapa, di olio di canapa, ma anche di pasta e di pane bio.

Nella giornata di domenica i soci della cooperativa presenteranno la rete centrale della canapa ma anche coinvolgeranno gli ospiti in dei momenti di divertimento di spensieratezza e all’insegna  della convivialità, e con la degustazione dei prodotti bio durante il pranzo.

Fino agli anni 40 la produzione di canapa era particolarmente fiorente – dichiara il vice presidente della Cooperativa Alfredo Schilirò- dove venivano seminati 100.000 ettari di terreno a canapa e il nostro paese era il 2° produttore al mondo dopo l’Unione Sovietica. La massiccia industrializzazione dell’economia ha fatto si che venisse abbandonata la produzione. Con la diffusione di una nuova mentalità green e rivolta alla tutela ambientale, la canapa può tornare a essere al centro dell’industria tessile italiana.

I campi di applicazione sono diversi dall’uso alimentare difatti i semi di canapa sativa sono  uno degli alimenti più nutrienti al mondo , alla cosmetica, ma anche come fertilizzante naturale fino ad arrivare alla bioedilizia e alla fitodepurazione. Ritengo – conclude Schilirò – che queste coltivazioni possano dare un’impulso positivo per l’agricoltura siciliana e per tale ragioni invitiamo tutti coloro i quali sono interessati al progetto a partecipare all’iniziativa che si terrà domenica 18 presso la sede della nostra Cooperativa.                                                               SALVO SCUDERI e ALFREDO SCHILIRO’




Venerdì 16 Marzo 2018 20:12