Top
IL CONSIGLIERE SCILLIA AL SINDACO MAURIZIO DIPIETRO "lei ha tradito tutti i cittadini che in buona fede lo hanno sostenuto". PDF Stampa E-mail

Attacco diretto del consigliere comunale  Biagio Scillia, nei confronti del Sindaco Dipietro che in una nota stampa afferma di avere "tradito non soltanto le liste che lo hanno appoggiato, ma soprattutto i cittadini che lo hanno sostenuto e perfino i candidati e consiglieri della sua stessa lista che oggi si ritrovano come unica soluzione quella di amministrare la città proprio con quel gruppo del PD contro cui hanno tanto lottato". In effetti appena qualche mese fa il Sindaco Dipietro si presentò alla città come il vento del cambiamento che avrebbe liberato il comune capoluogo dalla decennale amministrazione del Partito Democratico, ma nella realtà i fatti sono andati diversamente. Infatti  è sotto gli occhi di tutti che l'amministrazione

governa anche grazie all'appoggio di chi aveva tanto contestato. "Il Sindaco - continua Scillia - ha dimenticato l'obiettivo del suo mandato politico ed ha ancorato la sua azione a quelle stesse logiche dalle quali aveva preso le distanze". Sono parole dure quelle che il Consigliere Scillia usa nei confronti del primo cittadino  che in diverse dichiarazioni stampa nel corso delle ultime settimane ha dichiarato più volte di continuare a lavorare per il bene della città,  Il consigliere Scillia ci ricorda che uno dei primi atti varati dal consiglio comunale fu proprio l'obiettivo di ri-pubblicizzazione del servizio idrico e che sin da subito il primo cittadino dichiarò che era stato realizzato il primo punto del suo programma per la rinascita della città. Ma come diceva Tomasi Di Lampedusa "tutto cambia affinchè nulla cambi", e forse questo è proprio il caso di dirlo. Ancora oggi la città di Enna infatti nonostante gli slogan del primo cittadino continua ad avere un servizio idrico gestito da una società privata. Scillia conclude affermando che ogni giorno ad Enna si assiste purtroppo anche alla chiusura di diversi esercizi commerciali che a causa della crisi e della disoccupazione crescente non riescono più ad andare avanti, ed ecco che la via Roma da strada trafficata e piena di negozi si svuota lentamente per lasciare posto ai grandi centri commerciali fuori città. Resta inoltre irrealizzato anche il progetto di costruzione di un grande parcheggio sotterraneo che il Sindaco aveva messo tra i punti principali del suo programma, così come tanti altri obiettivi che ad oggi restano solo ed esclusivamente sulla carta. Noi della redazione non possiamo che augurare buon lavoro al Sindaco, riconrdandogli che alla fine di questi cinque anni se avrà lavorato bene potrà continuare ad amministrare la sua città, ma se avrà lavorato male i cittadini ancora una volta torneranno a cambiare pagina sperando che prima o poi il vero vento del cambiamento possa passare anche da qui.

Mario Barbarino

 

Articoli correlati